•  
 
 



LA CAREZZA DI NATALE
20 Dicembre 2013

Arriva in edicola il numero di Natale di «Medjugorje La presenza di Maria».

È in edicola il numero di dicembre del mensile «Medjugorje. La Presenza di Maria». C’è papa Francesco in copertina mentre regala una carezza a un bambino e, idealmente, ai lettori della rivista e al mondo. Un’immagine e un gesto così familiare a padre Bergoglio che abbiamo imparato a conoscere in questi mesi del suo pontificato. Siamo partiti da questo gesto di tenerezza e speranza del Santo Padre per “fotografare” il contenuto del numero natalizio della rivista.
Infatti, questo, è un numero particolarmente ricco di tenerezza e speranza alla luce della nascita del Bambino. Come ricorda la veggente Marija in un’intervista rilasciataci in esclusiva. Una conversazione ampia, tra ricordi dei natali vissuti a Madjugorje e quelli di oggi in famiglia. Con l’invito, rivolto prima a sé e poi a ciascuno di noi, a fare come la Madonna che si è donata con tutto il cuore a Suo Figlio.Poi, ecco una grande testimone della storia legata a Medjugorje: suor Kornelia Kordic. Quanta speranza e quante tenerezza nelle sue parole di vita che ha voluto condividere con il nostro inviato. Dentro la straordinaria esperienza del Centro della Famiglia Ferita, l’opera educativa nata a Medjugorje per soccorrere e ridare una chance di vita ai bambini orfani a causa della guerra civile nella ex Jugoslavia.
E siccome il lettore merita sempre di essere preso sul serio, non potevano evitare di occuparci di due episodi, diversi fra di essi, ma che alcuni, troppo frettolosamente, hanno inteso porre in relazione per scopi discutibili: un passaggio di un’omelia di papa Francesco che metteva in guardia da equivoci e suggestioni a proposito di apparizioni e veggenti in ossequio alla tentazione di seguire lo spirito della curiosità a tutti costi; una lettera  del prefetto per la Congregazione della dottrina della fede rivolta alla diocesi americane, per tramite del nunzio apostolico degli Stati Uniti, dove si richiama a precise disposizioni alle quali attenersi a proposito di incontri di preghiera esplicitamente medjugorjani.  Due questioni che hanno allarmato il popolo dei devoti della Gospa. Allora noi, applicando il metodo della correttezza che non cela la realtà, abbiamo interpellato personalità della Chiesa e del mondo accademico per affrontare con opportuna delicatezza questioni così importanti. In sostanza: nessuna condanna verso Medjuogorje, ma piuttosto un invito a vivere quell’evento sempre dentro l’orizzonte saggio della Chiesa; questo, anche per scoraggiare i tentativi di ridurre quel grande disegno di speranza su cui la Chiesa non ha ancora espresso parere definitivo,  a piccola cosa degradata e degradante. E ancora: sempre su speranza e tenerezza, altre volti e altre storie. Abbiamo intervistato la mamma di un bambino speciale che il Santo Padre ha incontrato durante la sua memorabile visita ad Assisi. “Veder abbracciare uno a uno i nostri figli è stato bello ed emozionante”.  Abbiamo incontrato l’ex chitarrista di Vasco Rossi che ha ritrovato la fede e ha scoperto il vero messaggio di Medjugorje; ci siamo lasciati coinvolgere dalla struggente storia di vita di una donna francese uscita dal coma e salvata da una lacrima prima che qualcuno intervenisse a staccare la spina. Lei che in coma sentiva tutto ma era come un “leone in gabbia”…; siamo stati grati alla testimonianza di una donna missionaria in Brasile dal lontano 1967 e che ci ha detto, come fa lei a vivere la carità in azione: “Bisogna imparare a vivere come Cristo, con la stessa passione che Lui aveva per la realtà”. E, per ribadire con forza il Fatto, ovvero che la speranza viene solo da Gesù, abbiamo incontrato alcuni volti della comunità filippina che vive in Italia e che , adesso più di sempre, si affida alla Madonna per abbracciare i fratelli che hanno vissuto il dramma del terribile tifone Haiyan e per sostenerli anche materialmente. Un abbraccio che vuole coinvolgere i fratelli della Sardegna, anche loro così provati in questo periodo.

Chiudiamo qui. Non prima di Ribadire che la sola novità è Gesù Bambino.  Quella culla in quella grotta. un sincero augurio di un sereno Santo Natale a tutti i lettori!

Medjugorje. La presenza di Maria è una rivista mensile che intende portare in tutte le case la novità dell’annuncio cristiano attraverso la straordinaria e fedele maternità della Vergine. “Un giornale a fin di bene", come dice il direttore responsabile, Enzo Manes, già giornalista del settimanale Tempi, "ovvero il luogo dove portare alla luce piccole e grandi storie che nascono dal miracolo della conversione continuamente invocata dalla Madonna e che metta in risalto il bene e il bello che vi è nel mondo, un bene più diffuso di quello che si possa pensare, ma che spesso viene ignorato dai mass media, più preoccupati di scandalizzare, concentrandosi quasi esclusivamente su ciò che vi è di male.”

Per comunicare con la redazione: redazione@medjugorje-web.it
Per sottoscrivere un abbonamento: www.sofiasrl.com
Per regalare un abbonamento: www.sofiasrl.com
Per informazioni sugli  arretrati: tel. 02.84402522; oppure info@sofiasrl.com

Visita il nostro sito webwww.medjugorje-web.it

Oppure seguici anche su:  Viene a trovarci su Facebook  Segui MedjugorjeGFB su Twitter